Teatro – Marzo


Teatro Regio – Torino
Norma
Date: dal 12 al 26 marzo 2022
Norma è un’opera affascinante, scritta nello spirito eroico del suo tempo, dove l’ispirazione lunare di Vincenzo Bellini trova il suo terreno ideale. Incentrata sulla protagonista, è stata il cavallo di battaglia di alcuni grandi soprani del passato, tra cui Maria Callas e Montserrat Caballé. Al Teatro Regio va in scena l’allestimento del Teatro San Carlo di Napoli firmato nella regia da Lorenzo Amato, con la direzione di Francesco Lanzillotta, le scene di Ezio Frigerio e i costumi del premio Oscar Franca Squarciapino.

Teatro La Fenice – Venezia
Faust
Date: dal 22 al 30 aprile 2022
Nuovo allestimento in coproduzione con il Teatro Comunale di Bologna. Fino alla seconda guerra mondiale Faust di Gounod restò nel numero delle opere più rappresentate al mondo, e anche oggi figura stabilmente in repertorio. La trama si basa sulla prima parte del Faust di Goethe, un poema cui s’ispirarono molti compositori. Nel 1869, quando Faust debuttò all’Opéra di Parigi, Gounod aggiunse nel quinto atto un balletto che rappresenta uno sfrenato sabba di diavoli e streghe sulla montagna del Brocken.

Teatro Comunale – Bologna
Lucrezia Borgia
Date: dal 7 al 13 maggio 2022
“Pigliate la deformità morale più orrida, più ributtante, più completa, mettetela dove risalta meglio, nel cuor di una donna […], poi mescolate a tutta questa difformità morale un sentimento puro, il più puro che la donna provar possa, il sentimento materno”. Queste sono le parole con cui Victor Hugo descrive la tragedia da lui scritta e dalla quale Donizetti ha tratto la propria opera messa in scena per la prima volta nel 1833. Lucrezia, protagonista di questo dramma, cerca la redenzione nella purezza dell’amore per il figlio, ma le vicende che lei stessa mette in moto daranno al suo amore il sapore del veleno, della morte.

Teatro Filarmonico – Verona
Orlando Furioso
Date: dall’8 al 15 maggio 2022
Dopo oltre quarant’anni anni di assenza, quello che oggi è tra i più significativi titoli di Vivaldi torna sulle scene veronesi con il profumo della riscoperta. Le quattro recite vedono sul palcoscenico del Filarmonico l’elegante allestimento recentemente creato per la Fenice di Venezia e il Festival della Valle d’Itria, con la regia del giovane e richiesto Fabio Ceresa, le scene di Massimo Checchetto e i costumi di Giuseppe Palella.

Comments

comments