Rubrica Teatro


Teatro Bellini – Napoli
Tilt – Le cirque world’s top performer
Date: dal 19 dicembre 2023 al 17 gennaio 2024
Dopo il successo di “Alis”, applaudito da oltre 175.000 spettatori, la compagnia formata dai migliori artisti del Nouveau Cirque e provenienti dal Cirque du Soleil, presenta uno show completamente nuovo e inedito, e che per il pubblico sarà un’esperienza davvero unica ed indimenticabile: uno spettacolo di 90 minuti senza interruzioni e senza il coinvolgimento di animali. Le Cirque World’s Top Perfomers riparte dall’Italia con questo attesissimo family show e sarà la grande novità dell’anno.

Teatro Sistina – Milano
Max Giusti – Il Marchese del Grillo
Date: dal 18 al 28 gennaio 2024
La commedia musicale tratta dalla sceneggiatura del film cult di Mario Monicelli, con le vicende del Marchese Onofrio del Grillo interpretato da Max Giusti e la regia di Massimo Romeo Piparo, è un mix vincente di ironia e sarcasmo. Un omaggio a Roma e alla romanità, nonché alla tradizione gloriosa della commedia all’italiana che riporta sulla scena e all’affetto del pubblico uno dei personaggi più amati e radicati nella storia della Città Eterna, che farà sorridere e riflettere con la sua maschera dolce amara.

Europauditorium – Bologna
Cats – Il musical
Date: dal 1° al 4 febbraio 2024
Per la prima volta al mondo, il “Cats” di Massimo Romeo Piparo ha ottenuto l’autorizzazione ad essere ambientato a Roma, città ben nota nel mondo per le sue colonie feline e per l’amore particolare verso questo animale domestico. In particolare, il “Cats” italiano sarà ambientato in una ipotetica e futuristica discarica di opere d’arte e di reperti archeologici, con il Colosseo sullo sfondo, tra statue di Marco Aurelio, frammenti di Bocca della verità, capitelli e colonne. Tutto di misura gigante per rendere ancora più spettacolare e magica l’umanizzazione dei gatti.

Politeama Genovese – Genova
Enrico Brignano – Ma… diamoci del tu
Date: dal 13 al 14 febbraio 2024
Brignano porta in teatro il suo monologo incentrato su quel “tu” che ci siamo persi per strada, capace di azzerare le differenze economiche e sociali. Lo showman racconta così il suo nuovo spettacolo: “Darsi del tu oggi è ormai la prassi, mentre il “lei” sembra qualcosa di arcaico e formale. Il “lei” è burocratico, lo si usa con le forze dell’ordine o al comune, ma del resto il “tu” che lo sta sostituendo è vuoto, non porta con sé quella confidenza vera, quella familiarità che intendo io”.


Like it? Share with your friends!