Rubrica Fumetti


Il Contastorie
di Teresa Radice e Stefano Turconi (BAO Publishing)
La nostra casa, quella in cui vivevamo io, Josè e le gemelline, a Cent stava da tempo troppo stretta”. Fu così che Vincent inizia a girare il mondo e, ad ogni suo rientro al villaggio in Amazzonia, a portare al fratellino libri, che lui divora con la stessa curiosità con cui ascolta i racconti delle sue avventure. Il piccolo Pedro è un sognatore intelligente e sensibile, dotato di una maturità sorprendente per i suoi undici anni. Adora Cent, e non smette di volergli bene nemmeno quando scopre che qualcosa non torna. Anzi, lo segue e rimane al suo fianco in un pericoloso viaggio che si rivelerà fondamentale per la crescita e la maturazione di entrambi. Il Contastorie è il nuovo meraviglioso graphic novel degli autori di capolavori come “Il porto proibito” e “Non stancarti di andare”.

 

Battiti
di Lorena Canottiere (ComicOut)
“Battiti” è il primo volume della Collana ANIMAls diretta da Laura Scarpa. Le 60 pagine in b/n e a colori di questo libro ospitano una selezione di racconti brevi che l’autrice torinese Lorena Canottiere (“Oche”, “Verdad”, “Salvo imprevisti”, “Bartali”) ha realizzato dal 2009 al 2021 per varie riviste (Internazionale, Le Monde Diplomatique, ANIMAls, Respiro e altre), oltre ad alcuni inediti. Racconti brevi, ma potenti. I disegni e i dialoghi di Lorena sono Battiti, come quelli del cuore, o come il ritmo di una musica che scuote. Ma il suo è anche un invito: Battiti! Per quello a cui tieni, per quello che è giusto.

 

Il naso di Lombroso
di Davide Barzi e Francesco De Stena (Sergio Bonelli Editore)
Storia, letteratura e avventura nel nuovo libro dedicato a Cesare Lombroso, discusso inventore della criminologia moderna, già protagonista de “Il cuore di Lombroso”. In questo secondo volume, ambientato però otto anni prima del precedente, Lombroso si trova coinvolto in una movimentata indagine che lo tocca da vicino: sua figlia Paola è stata rapita durante uno spettacolo di marionette negli stessi giorni in cui è scomparso anche il giovane figlio di Umberto I. Ed è così che il nostro detective-criminologo si muoverà tra Torino e la Toscana, tra figure storiche e personaggi del Pinocchio di Collodi, per sventare una congiura che pare architettata nientemeno che dall’allora nascente movimento anarchico italiano.

 

L’ignobile Shermann
di Lorenzo Palloni e Alessandra Marsili (SaldaPress)
Isola di Capo Capovolto, 1851. Il vecchio Steigmann muore in modo misterioso. Solo ora la figlia scopre che il suo burbero padre era il terribile pirata Shermann. “Un omicidio… un rapimento… un quasi rapimento… una richiesta di riscatto… una nave vuota… un malloppo che non si trova…” rappresentano solo l’inizio dell’incredibile avventura che Wilmina e i suoi tre strampalati cugini intraprendono alla ricerca di un fantomatico – quanto enorme – tesoro. Un libro brillante e ricco di colpi di scena, insieme drammatico e divertente. Insomma, un’altra avvincente storia del geniale Lorenzo Palloni, per i bei disegni di Alessandra Marsili.


Like it? Share with your friends!