Musica


Liam Gallagher
C’mon You Know
L’attesissimo nuovo album di Liam Gallagher si contraddistingue per il suono arricchito da una serie eclettica di nuove influenze. Il disco si intitola “C’mon You Know”, una delle espressioni preferite dall’ex can tante degli Oasis. I suoi precedenti album solisti hanno debuttato entrambi direttamente alla posizione 1 della classifica album in UK così come l’album “MTV Unplugged” (2020). La carriera solista di Liam è stata una notevole rinascita per lui e lo ha riportato ad essere un artista iconico per un’intera nuova generazione di fan.

 

The Black Keys
Dropout Boogie
Dopo dieci album, sei Grammy awards e tour sold-out in tutto il mondo, il duo definito da Stephen Colbert “la band più fidata d’America” e da Uncut “una delle migliori band rock’n’roll del pianeta” pubblicano il loro nuovo e undicesimo album in studio. Come è stato per tutta la loro carriera, Dan Auerbach e Patrick Carney hanno scritto tutto il materiale in studio, e il nuovo album cattura un certo numero di prime prese che richiamano il rock blues strippato dei loro inizi, quando facevano musica insieme negli scantinati di Akron (Ohio).

 

Compilation Eurovision 2022. Turin
La compilation ufficiale dell’atteso evento ospitato a Torino dal 10 al 14 maggio scorso. Contiene tutti i brani delle quaranta nazioni che hanno partecipato all’edizione 2022 dell’Eurovision Song Contest, la manifestazione che ogni anno mette a confronto le rivelazioni musicali di ogni paese europeo e non solo, compresa la versione ascoltata a Torino di “Brividi” di Mahmood e Blanco, portacolori dell’Italia.

 

 

Arcade Fire
We
È il sesto album in studio della rock band canadese, che torna a distanza di cinque anni dal precedente progetto discografico. Oltre che noti per il loro indiscusso valore musicale gli Arcade Fire si contraddistinguono per il sound indie/alternative rock ricco e originale, caratterizzato da belle e complesse armonizzazioni generate dall’interazione tra chitarra, batteria, tastiere e basso con strumenti particolari come l’arpa, il violino e la fisarmonica. Il viaggio catartico di “We” segue un arco ben definito che parte dall’oscurità e arriva alla luce: un percorso formato da sette canzoni divise in due parti distinte, la prima che incanala la paura e la solitudine dell’isolamento, e la seconda che esprime la gioia e il potere del contatto.