Libri


La vita intima
di Niccolò Ammaniti
Dopo otto anni, torna in libreria Niccolò Ammaniti, scrittore del bestseller “Io non ho paura” e vincitore del Premio Strega con “Come Dio comanda”. Maria Cristina Palma ha una vita all’apparenza perfetta, è bella, ricca, famosa, il mondo gira intorno a lei. Poi, un giorno, riceve sul cellulare un video che cambia tutto. Nel suo passato c’è un segreto con cui non ha fatto i conti. Come un moderno alienista Niccolò Ammaniti disseziona la mente di una donna, ne esplora le paure, le ossessioni, i desideri inconfessabili in un romanzo che unisce spericolata fantasia, realismo psicologico, senso del tragico e incanto del paradosso.

 

Mi limitavo ad amare te
di Rosella Postorino
Un romanzo epico e intimo, ispirato a una storia vera ambientata negli anni della guerra in Jugoslavia, che vede protagonisti una ragazza e due ragazzi cui il destino ha tolto tutto, ma che finiranno per salvarsi l’un l’altro la vita. Rosella Postorino ci consegna un appassionante romanzo di formazione, un romanzo di guerra, sull’inconveniente di essere nati, sulla facilità di compiere e di subire il male, sulla lealtà e sul tradimento, sulla sconfitta e sul riscatto, su quanto sia incredibile la pulsione di vita che perdura a dispetto di tutto.

 

Yellow diamonds
di Paolo Roversi
Una banda di rapinatori, in giro per l’Europa, assalta le gioiellerie più prestigiose assicurandosi bottini milionari: la stampa li elogia e li rende degli autentici eroi ribattezzandoli Pink Panthers, dopo che ad Amsterdam viene ritrovato un
diamante blu dentro un tubetto di crema come nel famoso film interpretato da Peter Sellers. Ad affrontarli sarà la profiler Gaia Virgili, il cui compito verrà reso ancora più difficile dall’ombra del sospetto che, all’interno della squadra, qualcuno
faccia il doppio gioco. Un thriller ispirato a una storia vera, fra rapine, omicidi, espedienti geniali, fughe rocambolesche e una pioggia di diamanti.

 

La città della vittoria
di Salman Rushdie
Una saga di amore, avventura e mito e una testimonianza del potere della narrazione. Nell’India del XIV secolo, una bambina di nove anni ha un incontro divino che cambierà il corso della storia: diventa un tramite per la dea sua omonima, che non solo inizia a parlare attraverso la sua bocca, ma le accorda enormi poteri e le rivela che sarà determinante per la nascita di una grande città chiamata Bisnaga (letteralmente “città della vittoria”). E sarà proprio il racconto sussurrato a mezza voce dalla nostra eroina a dar vita a Bisnaga e ai suoi cittadini, nel tentativo di portare a termine il compito che la dea le ha assegnato: garantire alle donne un potere paritario in un mondo patriarcale.

 

 

Comments

comments