La cura e la salute dei nostri cari: i capisaldi della RSA “Villa Anna Maria”


La salute e la cura dei nostri cari più fragili è un argomento che riguarda molte famiglie, soprattutto quando smettono di essere autosufficienti o hanno dei disturbi che richiedono un’assistenza continua e specializzata. Per quanti non hanno la possibilità di accudirli in casa, l’alternativa è il ricovero nelle residenze sanitarie assistenziali. La RSA Villa Anna Maria a Torino è una realtà accreditata, sita in una zona semicentrale e tranquilla. Per parlarne abbiamo incontrato il Sig. Massimo Arrobbio, uno dei titolari della struttura.

Sig. Arrobbio, ci vuole raccontare chi sono i vostri ospiti e in che modo vi prendete cura di loro?
I nostri ospiti sono anziani non autosufficienti, disabili e persone con problemi di demenza senile. In totale accogliamo novanta persone, che occupano stanze doppie, singole o a tre letti dotate ognuna del proprio bagno. Ai pazienti garantiamo l’assistenza 24 ore su 24 e per 365 giorni all’anno mediante operatori sociosanitari qualificati e certificati e personale infermieristico specializzato. Dal lunedì al venerdì è presente un medico interno specialista con funzione di Direttore Sanitario. Inoltre sono presenti i Medici di Medicina Generale dell’ASL.

Vengono offerte anche attività socio-relazionali e di svago?
Il nostro staff è multidisciplinare: ne fanno parte anche una psicologa, tre fisioterapisti, un’educatrice professionale e un’animatrice. Ci preme coinvolgere gli ospiti dal punto divista relazionale, cognitivo e fisico, rispettando le singole attitudini e possibilità. Le attività possono essere individuali oppure collettive, sempre nel rispetto dei protocolli sanitari.

A seconda della patologia degli ospiti degenti, come avete organizzato la struttura?
Offriamo a tutti un alto livello di assistenza. Le persone non autosufficienti ricevono cure attraverso le più moderne attrezzature e con tecniche riabilitative avanzate che non potrebbero ricevere presso la propria abitazione. Per i malati di demenza senile abbiamo approntato un nucleo protetto: un reparto riservato, dotato di finestre ad apertura vasistas per il ricambio dell’aria e di porte che si aprono solo in situazioni di emergenza. In ogni nucleo sono presenti anche un soggiorno e una cucinetta con sala mensa, in modo da offrire una quotidianità il più normale possibile.

A proposito di sicurezza, come si è strutturata la RSA Villa Anna Maria in questa epoca di pandemia?
Il nostro obiettivo è rendere la residenza un luogo Covid-free. Siamo un centro vaccinale per i nostri operatori e per gli ospiti. I pazienti sono vaccinati e accogliamo solo chi è in regola con la normativa sanitaria, permettendo ai parenti non vaccinati di parlare coi propri cari attraverso una bussola dotata di interfono. Questo perché crediamo che la presenza degli affetti non debba mai venir meno.

RSA Villa Anna Maria
Via Parma, 70 – Torino
Tel. 011 2387911
www.rsavillaannamaria.it
villaannamaria@abros.it

Comments

comments