Il Teatro Regio festeggia mezzo secolo di storia: porte aperte il 15 e il 16 aprile


Il 10 aprile scorso il nuovo Teatro Regio di Torino, progettato dall’architetto Carlo Mollino, ha compiuto 50 anni. In quel giorno esatto di cinquant’anni fa, Maria Callas firmò, insieme a Giuseppe Di Stefano, l’unica regia della sua vita, quella per i “Vespri Siciliani” di Giuseppe Verdi, dando vita ad un evento capace di catalizzare l’azione del mondo. Per l’occasione la Mole Antonelliana si è accesa di rosso come una gigantesca candelina e da domani fino a domenica 16 aprile iniziano i festeggiamenti, che dureranno un anno, con due giornate di apertura straordinaria durante le quali si potrà visitare il teatro gratuitamente e scoprire i segreti di questo luogo meraviglioso, ascoltare le voci degli artisti, dell’orchestra e del coro. Sarà inoltre possibile guardare lo speciale tv realizzato da Rai Cultura “Regio50. Ci si mette molto tempo per diventare giovani” e anche il filmato regalato dal Museo Nazionale del Cinema, un affascinante viaggio attraverso le immagini del Regio nella storia del cinema. Domani, inoltre, sarà presente l’amatissima Raina Kabaivanska, protagonista dell’inaugurazione del 1973 che si racconterà conversando con Giorgio Rampone, giornalista e musicologo. Le celebrazioni si snoderanno per tutto l’anno, con il concerto di gala dei “Vespri Siciliani” il 6 luglio, una mostra su Mollino, un libro e un lavoro di valorizzazione degli archivi dell’ente lirico fatto da 250mila immagini, 5mila manifesti, 3mila ore di registrazione e 1.700 bozzetti.

Di seguito il programma REGIO 50

TEATRO A PORTE APERTE – SABATO 15 APRILE

Ore 10/13 | Teatro Regio – Ingresso libero
Visite guidate. Viaggio alla scoperta dei segreti del Regio. Itinerari inconsueti nel magico mondo del teatro disegnato da Carlo Mollino.

Ore 10/19.30 | Galleria Tamagno – Ingresso libero
Ore 10/13 | Foyer di Ingresso – Ingresso libero
– Proiezione di “Regio 50. Ci si mette molto tempo per diventare giovani”
– Proiezione del video “Il Museo Nazionale del Cinema per Regio 50”

Ore 10.30 – 11.30 – 12.30 | Foyer del Toro – Ingresso libero
Concerti con gli Artisti del Regio Ensemble
Irina Bogdanova soprano, Amélie Hois soprano, Thomas Cilluffo tenore, Francesco Lucii tenore, Rocco Lia basso; Giulio Laguzzi pianoforte
Musiche di Georges Bizet, Eduardo Di Capua, Gaetano Donizetti, Charles Gounod, Fromental Halévy, Wolfgang Amadeus Mozart, Giacomo Puccini, Johann Strauss figlio, Giuseppe Verdi. Attraverso le voci dei giovani artisti del Regio Ensemble, la nostra community di artisti in residence, ascolteremo alcune delle più belle arie del repertorio lirico, passando come in un sogno da Traviata a Elisir d’amore, da Carmen alle Nozze di Figaro.

Ore 15.30 | Teatro Regio – Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria
Prova di assieme del concerto “Sinfonie e cori verdiani”, con Orchestra e Coro del Teatro Regio diretti da Riccardo Bisatti; Andrea Secchi maestro del coro

Ore 18 | Foyer del Toro – Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria
“Io c’ero: Raina Kabaivanska”
Presenta Giorgio Rampone; incontro con il soprano, protagonista de “I Vespri siciliani” che nel 1973 hanno inaugurato il nuovo Teatro Regio. Una diva dal cuore nobile, artista di primo piano del panorama lirico internazionale, una vita ricca di successi, incontri, ricordi.

TEATRO A PORTE APERTE – DOMENICA 16 APRILE

Ore 10/13 e ore 14.30/16.30 | Teatro Regio – Ingresso libero
Visite guidate. Viaggio alla scoperta dei segreti del Regio. Itinerari inconsueti nel magico mondo del teatro disegnato da Carlo Mollino.

Ore 10/19.30 | Galleria Tamagno – Ingresso libero
“Replay Regio”
Diffusione video in diretta della maratona di Rai 5, con opere integrali e puntate di “Prima della Prima”, dedicata al 50° anniversario del Teatro Regio. Una produzione Rai Cultura

Ore 10/13 e ore 14.30/16.30 – Foyer di Ingresso – Ingresso libero
– Proiezione di “Regio 50. Ci si mette molto tempo per diventare giovani”
– Proiezione del video “Il Museo Nazionale del Cinema per Regio 50”

Ore 10.30 – 11.30 – 12.30 |- Foyer del Toro – Ingresso libero
Concerti del Coro di voci bianche del Teatro Regio
Claudio Fenoglio direttore e pianoforte
Musiche di Benjamin Britten, Giacomo Puccini, Georges Bizet, John Rutter
Fiore all’occhiello del Teatro, che dedica molta passione all’educazione musicale dei giovanissimi, il Coro di voci bianche, con la guida di Claudio Fenoglio, presenta alcuni brani ricchi di poesia: dai “Friday Afternoons” di Britten alla “Turandot” di Puccini. Cantare in coro è un gioco serissimo capace di conquistare adulti e bambini.

Ore 14.45 e 15.45 | Foyer del Toro – Ingresso libero
Concerti degli Artisti del Regio Ensemble
Irina Bogdanova soprano, Amélie Hois soprano, Thomas Cilluffo tenore, Francesco Lucii tenore, Rocco Lia basso; Giulio Laguzzi pianoforte. Musiche di Georges Bizet, Eduardo Di Capua, Gaetano Donizetti, Charles Gounod, Fromental Halévy, Wolfgang Amadeus Mozart, Giacomo Puccini, Johann Strauss figlio, Giuseppe Verdi

Ore 18 | Teatro Regio – Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria
Concerto “Sinfonie e cori verdiani” con Orchestra e Coro del Teatro Regio
Riccardo Bisatti direttore d’orchestra; Andrea Secchi maestro del coro
Per celebrare i nostri ultimi cinquant’anni è stato scelto il compositore nazionale per eccellenza: Giuseppe Verdi. Una scelta di brani che mettono in luce le capacità tecniche e interpretative dei complessi artistici del Regio. Una carrellata di capolavori, da “Macbeth” a Trovatore, da “Luisa Miller” a “I Lombardi alla prima crociata”. Naturalmente non poteva mancare “Va’, pensiero”, che molti sentono come un vero e proprio inno italiano.

Giovedì 6 luglio ore 19 | Teatro Regio
Biglietti da € 25 a € 75 in vendita dal 12 maggio
CONCERTO DI GALA: I VESPRI SICILIANI di Giuseppe Verdi
Esecuzione in forma di concerto
Orchestra e Coro Teatro Regio Torino
Riccardo Frizza direttore d’orchestra; Andrea Secchi maestro del coro
Con Roberta Mantegna, Piero Pretti, Luca Salsi, Michele Pertusi, Amin Ahangaran, Rocco Lia, Irina Bogdanova, Francesco Pittari, Paolo Antognetti, Lodovico Filippo Ravizza, Lulama Taifasi. In Regio 50 non poteva mancare l’omaggio alla storica inaugurazione del Teatro, avvenuta nel 1973 con “I Vespri siciliani” firmati da Maria Callas. Quest’opera di Verdi, diventata l’emblema del Risorgimento italiano, narra la ribellione di un popolo all’invasore straniero. I protagonisti sono costantemente in conflitto tra la ragion di stato e quella del cuore e la musica si fa ora tempestosa, ora intrisa di intenso lirismo. “Les Vêpres siciliennes”, grand-opéra in francese, venne rappresentata per la prima volta all’Opera di Parigi nel 1855. In Italia fu poi censurata nel tentativo di annullarne l’effetto patriot¬tico e cambiò più volte titolo.

ALTRE MANIFESTAZIONI

Art in Taxi – Regio Rosso Indaco
15 aprile ore 11/13 | Piazza Castello di fronte al Regio
Una performance artistica in cui saranno coinvolti molti taxi torinesi che, per l’occasione, verranno rivestiti in diretta con immagini del Teatro Regio. Dettagli preziosi dell’immaginifico edificio disegnato da Carlo Mollino che andranno in giro per la città, simbolo di un Teatro sempre in movimento.

Rai 5 per il Teatro Regio | Fino al 28 aprile
Un omaggio lungo un mese, quattro settimane di spettacoli indimenticabili nati al Regio: opere intere e puntate di “Prima della Prima”, tutte le mattine dal lunedì al venerdì alle ore 10 e anche in streaming su Raiplay.

REGIO 50 CONTINUA IN AUTUNNO…

Carlo Mollino Atlante
Mostra a cura di Fulvio e Napoleone Ferrari. Una considerevole parte delle persone che entrano al Regio ha un’idea piuttosto vaga del suo inventore, Carlo Mollino. Una mostra in dieci isole-capitoli introduce alla leonardesca complessità dell’architetto e dell’uomo – designer, fotografo, provetto sciatore, pilota acrobatico e di automobili da corsa – e ovviamente a quello che è considerato il capolavoro della sua vita, il Teatro Regio.

Teatro Regio di Torino
Presentazione dell’opera libraria dedicata alla storia plurisecolare del Regio, arricchita da nuove, inedite immagini del capolavoro architetto¬nico di Carlo Mollino. Testo di Piero Mioli, con contributi di Napoleone Ferrari e altri; fotografie di Carlo Vannini. Edizioni Scripta Maneant (Bologna, 2023) in collaborazione con Teatro Regio Torino.

Progetto “MemoRegio” – Rinascono gli archivi
250.000 immagini, 5.000 manifesti, oltre 3.000 ore di registrazioni audio e video, 1.700 bozzetti per scene e costumi. Sono i numeri di un poderoso progetto cofinanziato dal Ministero della Cultura che sta riportando a una nuova vita (digitale e non solo) i preziosi documenti e le testimonianze custodite dall’Archivio Storico del Regio.

www.teatroregio.torino.it