Da 35 anni soffia ancora forte il vento del West. MCS evolve la tradizione del casual italiano


MCS (già Marlboro Classics) inizia nel 1987 un percorso di stile che gli è valsa nei decenni a seguire la fiducia di milioni di appassionati, un amore mai sopito. L’orizzonte è sempre stato quello del vecchio e del nuovo West, dei miti di un mondo raccontato attraverso pellicole, fumetti e libri, opere rimaste nell’immaginario collettivo di tutto il mondo. Un mito racchiuso nel logo del marchio, il mitico Rider, che da quasi 40 anni volge il suo sguardo all’orizzonte, simbolo di libertà e amore per la natura incontaminata in cui vive. Dalla nascita del Rider, che identifica MCS, molto è cambiato ma sono rimasti immutati i valori, lo stile e l’anima del Brand. Negli anni l’attenzione per i dettagli ha permesso a MCS di evolversi senza tradire la propria identità che, sin dagli anni ‘80, celebra un uomo appassionato di viaggi, amante della propria terra e dell’avventura. Elementi chiave sempre stati al centro del racconto di MCS che ha ambientato le sue campagne pubblicitarie nei più affascinanti spazi naturali, dalle Dolomiti ai deserti della California, fino alle spiagge oceaniche della vecchia Europa. Le immagini dell’ultima campagna estiva giungono dall’Algarve, la regione più a sud del Portogallo, terra di surf, mare, spiagge infinite e paesaggi incontaminati in cui si muove un moderno cowboy, fortemente legato alla natura ma contemporaneo e urbano allo stesso tempo. Il legame dell’uomo con il paesaggio, il profondo senso di libertà di una cavalcata in spiaggia al tramonto, l’adrenalina di un lungo viaggio in auto e la passione per la scoperta di luoghi nuovi. La collezione estiva 2023 si rinnova senza mai perdere di vista la cifra stilistica del Brand che, dopo 35 anni, resta riconoscibile, autentico e fedele alla sua storia. Non possono mancare le tradizionali camicie in lino e i pantaloni in leggero cotone, il denim, da sempre punto forte di MCS, che si declinano in varie sfumature e toni del blu. Le polo si presentato nelle tonalità più vive e decise che ricordano l’acqua marina o le mille tonalità della terra. La prossima collezione FW23, scattata sulle maestose altezze della Plose nelle Dolomiti, punta sui capisaldi storici riscritti in chiave contemporanea. Come le giacche in “soft shell” in comodo tessuto stretch o i piumini realizzati in nylon “rip-stop”. Immancabile la trucker jacket in lana a quadri o la field jacket di chiara ispirazione outdoor, quanto la proposta di capi in pelle. Maglieria protagonista, dal morbido lambswool ai capi in moulinè dai colori decisi fino ai jacquard super fini. La camiceria presenta un range molto ampio di tessuti dalla mano decisa, con geometrie variabili dal macro fino al vichy più discreto. C’è un file rouge che unisce le stagioni di MCS. È il suo stile inconfondibile, un casual italiano di grande successo nel mondo, che unisce le atmosfere country e l’at leisure di derivazione internazionale, con un gusto slow della vita, europeo e quasi didascalico nelle sue keywords classiche rivisitate in chiave contemporanea.

Comments

comments