A colazione con… Alessandra Miletto


Barbara Odetto

Coccola golosa, dolce pausa tra la calma della notte e la frenesia del giorno: la colazione, secondo me. Il momento migliore per due chiacchiere rilassate con Alessandra Miletto.

Il cinema è da sempre nel suo DNA e le scelte di vita l’hanno portata a realizzare i sogni. Alessandra Miletto, membro della European Film Academy, si è laureata in Storia e Critica del Cinema a Torino e ha seguito sia corsi di critica cinematografica sia di scrittura e comunicazione; successivamente lei stessa ha insegnato l’uso del cinema e dell’immagine fotografica nella didattica della storia. Nel 2011 è stata nominata Location e production manager della Fondazione Film Commission Vallée d’Aoste. Nel 2013 ne è diventata direttore e nel 2015, concluso il mandato, ha conservato il ruolo di consulente internazionale. Ha inoltre collaborato con l’Associazione Italian Film Commissions ed è stata consulente per Cinecittà e selezionatrice e coordinatrice del Cervino CineMountain Festival e di FrontDoc International Film Festival. Dall’ottobre del 2017 dirige nuovamente la Film Commission Vallée d’Aoste.

Di cosa si occupa Film Commission Vallée d’Aoste?
Come tutte le Film Commission regionali ha il compito di attrarre produzioni sul territorio di competenza per promuovere le bellezze dei luoghi e favorire le eventuali ricadute economiche. Si occupa anche della formazione legata all’audiovisivo sia per le scuole sia per i professionisti, promuove eventi in cui gli operatori di cinema e TV si incontrano per creare nuove collaborazioni e lavora per la diffusione della cultura filmica avvicinando il pubblico al cinema. Inoltre è presente ai festival internazionali per incontrare i produttori e creare nuove sinergie.

Alessandra Miletto

E la European Film Academy?
È stata fondata nel 1988 da Ingmar Bergman. L’attuale presidente è Agnieszka Holland e prima di lei Wim Wenders. Lo scopo dell’Academy, che si compone di professionisti del settore, è promuovere il cinema europeo. Tra gli eventi che organizza ci sono gli European Film Awards in cui vengono selezionati dai 35 ai 45 film che gareggiano in 25 categorie diverse e noi membri votiamo i migliori per sezione. La cerimonia si tiene un anno a Berlino, dove c’è la sede, e un anno in un altro paese europeo.

Quali produzioni cinematografiche sono state girate nel territorio?
Abbiamo ospitato il film “Le otto montagne” che è una coproduzione belga, francese e italiana diretta da Felix van Groeningen e Charlotte Vandermeersch con Alessandro Borghi che quest’anno a Cannes ha vinto il Premio della Giuria. Il Forte di Bard e Aosta sono state le location di “Avengers: Age of Ultron” per la regia di Joss Whedon con Robert Downey Jr., Scarlett Johansson e altri big del cinema americano, la Skyway Monte Bianco è stata la cornice di “Kingsman 2: The Golden Circle” e Courmayeur ha fatto da sfondo a “Diabolik” diretto dai Manetti Bros con Luca Marinelli, Miriam Leone e Valerio Mastandrea. In Valle sono state girate anche tante serie TV come “Rocco Schiavone 5” e “Freeze the Fear” un reality della BBC ambientato a Cogne in cui i partecipanti sono sottoposti a prove legate al freddo. Abbiamo ospitato circa 200 persone della troupe che hanno costruito un villaggio di tende vicino alle cascate di Lillaz.

La colazione per lei è…?
È fondamentale per iniziare la giornata. Io scelgo il salato perché mi regala energia.

Comments

comments