L’arredatrice risponde


EUROOM

A cura di Silvia Tagliaferro: Titolare di Eurom Arredamenti, collabora con la nostra rivista per fornire ai lettori consigli e idee sull’arredamento della casa, interior design, riorganizzazione degli spazi interni, garantendo professionalità e creatività.

 

Sabrina B. ha acquistato un appartamento che ha annessa una piccola mansarda e ci chiede quale sarebbe il modo migliore di sfruttarla.

Un ambiente domestico mansardato può essere sfruttato in diversi modi, a seconda delle esigenze della famiglia. Si possono, ad esempio, creare una stanza da letto, uno studio, una stanza giochi per i bambini, una sala hobby o ancora una sala dedicata al fitness, soprattutto se la mansarda ha un bagno annesso. Si tratta infatti di un ambiente che, pur essendo solitamente più piccolo di altre stanze della casa, risulta comunque accogliente, con una buona insonorizzazione naturale e soprattutto riservato e separato dagli altri luoghi più frequentati della vita domestica. Quindi può essere uno spazio ideale per lo smart working, oppure per seguire un video di una lezione di yoga o ancora per lasciare spazio alla costruzione di infinite piste dei treni… anche possibile sfruttare la mansarda come spazio di archiviazione per conservare oggetti che non si usano frequentemente e a questo scopo si possono installare armadi a muro e librerie su misura lungo le pareti perimetrali e conservare lo spazio centrale per coltivare il proprio hobby preferito.

*******************************************************************************

Barbara L. sta valutando se affrontare una ristrutturazione parziale o totale della sua casa e ci chiede un consiglio su quale stile scegliere in base alle ultime tendenze.

Ogni ristrutturazione o restyling ci pone di fronte a delle scelte in termini di stile da dare agli ambienti che vogliamo rinnovare, ma la risposta non sempre può essere univoca. Quando ci troviamo di fronte ad una ristrutturazione completa, possiamo scegliere un mood che ci rappresenti e riproporlo in tutti gli ambienti della casa. Se al contrario ci troviamo a dover rifare solo i bagni di una casa che ha già uno stile ben preciso, oppure interveniamo solo rinnovando living e cucina, occorre senza dubbio essere più conservativi onde evitare forti contrasti tra l’ambiente rinnovato e il resto della casa. Quindi in questo caso meglio scegliere tonalità che creino continuità, oppure uno stile degli arredi che non sia in eccessivo contrasto con quanto già presente. Ad esempio, in una casa classica potremmo rifare i bagni in stile contemporaneo, accostando i più attuali gres effetto marmo ad arredi e, perché no, sanitari con colori perlati ma dalle linee pulite. Un gioco di accessori e la corretta illuminazione renderanno il nuovo bagno attuale, evitando al tempo stesso che risulti estraneo al contesto in cui è inserito.

Comments

comments