La Notte della Taranta


Un’immagine del coloratissimo palco de La Notte della Taranta

La Notte della Taranta è uno dei festival più importanti in Italia e in Europa sulla cultura popolare. Si svolge ogni anno nel mese di agosto nelle diverse piazze del Salento iniziando da Corigliano d’Otranto e terminando a Melpignano, in provincia di Lecce. Il festival celebra la tradizione della pizzica, una danza salentina che ha radici antiche e che è stata riscoperta e valorizzata negli ultimi decenni. La Notte della Taranta è un evento che unisce musica, danza e cultura popolare e richiama migliaia di visitatori da tutto il mondo. Ogni anno presenta un artista diverso che si esibisce con la Pizzica Orchestra, un’orchestra composta da musicisti locali e internazionali. L’evento culmina con il Concertone, una grande festa che si tiene nella piazza principale di Melpignano e che dura tutta la notte. Sarà Fiorella Mannoia la maestra concertatrice della 26esima edizione che si terrà il 26 agosto. “Stiamo parlando di una delle artiste più identitarie del panorama musicale italiano e internazionale. Ovviamente è una persona di straordinaria qualità che ha interpretato il suo ruolo con libertà, indipendenza, senza mai rassegnarsi ai luoghi comuni dello star system. Quindi è una personalità che si adatta molto alla nostra Notte della Taranta, luogo di libertà, identità, appunto, ma anche indipendenza dai luoghi comuni e dalle banalità. Io sono molto felice e confesso che è una delle artiste preferite anche da me”, ha dichiarato il Presidente della Regione Michele Emiliano nel corso della conferenza stampa di presentazione. Mannoia ha ricordato la sua partecipazione come ospite al Concertone nel 2016: “Sono salita la prima volta nel 2016 invitata da Carmen Consoli e cantai la Cardilledda e Lu Zinzale”. Il compito della Mannoia di quest’anno sarà quello di cantare la condizione delle donne. “Stiamo facendo una ricerca sulle canzoni tradizionali – sottolinea Mannoia – perché le canzoni al femminile dell’epoca parlano di donne che lavoravano dall’alba al tramonto, che spesso venivano abusate e si sentivano in gabbia. Le donne della tradizione popolare sono protagoniste di canti apparentemente leggeri ma che nascondevano sempre una denuncia”. Questa sarà la quarta volta che una donna dirige il Concertone dopo Carmen Consoli, Andrea Mirò e Madame. Mannoia sarà affiancata dal produttore musicale e percussionista Carlo Di Francesco e dal direttore d’orchestra e arrangiatore Clemente Ferrari. La Notte della Taranta è un’occasione per valorizzare il territorio e far conoscere la cultura salentina in tutto il mondo e farla apprezzare per la sua autenticità e la sua bellezza. È un evento che unisce tradizione e innovazione, passato e presente. Il festival è stato in grado di rinnovarsi negli anni, senza perdere la sua identità e la sua autenticità ed è un esempio di come la cultura popolare possa essere valorizzata e promossa, diventando un’occasione di incontro e di scambio tra le diverse culture.

Fiorella Mannoia,
la maestra concertatrice
di questa edizione